Cosa Offro

Quando le persone giungono in analisi, generalmente hanno una lunga storia da raccontare a proposito dei loro problemi: il loro matrimonio, la loro professione, e cosi via. Generalmente dicono di essere arrivati in analisi per queste e queste ragioni, e tipicamente le ragioni si basano sul modo in cui la coscienza vede le situazioni e sulle trappole nelle quali i pazienti credono di essersi impigliati. Veramente poche persone dicono di avere un problema interiore, descritto spesso come un drago agitato. Quando essi comprendono che la soluzione è da trovare all’interno della propria psiche e non nell’analista o in qualche altra cosa, la preoccupazione diminuisce, e il dragone infuriato si acquieta.
M.L.Von Franz
Quando le persone giungono in analisi, generalmente hanno una lunga storia da raccontare a proposito dei loro problemi: il loro matrimonio, la loro professione, e cosi via. Generalmente dicono di essere arrivati in analisi per queste e queste ragioni, e tipicamente le ragioni si basano sul modo in cui la coscienza vede le situazioni e sulle trappole nelle quali i pazienti credono di essersi impigliati. Veramente poche persone dicono di avere un problema interiore, descritto spesso come un drago agitato. Quando essi comprendono che la soluzione è da trovare all’interno della propria psiche e non nell’analista o in qualche altra cosa, la preoccupazione diminuisce, e il dragone infuriato si acquieta.

La mia Pratica Clinica

Come Psicoterapeuta mi accosto ad ogni paziente partendo dal presupposto che ognuno manifesta una propria psicologia personale, oltre ad essere immerso in una psiche collettiva che ci accomuna. Fine ultimo dell’analisi è il processo d’individuazione (da non confondere con l'individualismo), ovvero quel processo che ci porta ad essere chi siamo anche in mezzo agli altri. La psicoterapia ci aiuta a dialogare con i nostri disagi e sintomi, e a comprenderli come se fossero degli importanti messaggeri dall'inconscio. Durante il percorso individuale si pone attenzione al linguaggio del profondo che si esprime nel corpo (nelle cosiddette corazze caratteriali e nelle manifestazioni fisiche) e nei sogni. E’ mio metodo di lavoro raccogliere molti sogni del paziente al fine di poter seguire lo sviluppo psichico che avviene anche al di fuori dei tempi della stanza d’analisi, oltre che a lavorare attivamente in seduta sui sogni di maggior rilievo emotivo

Psicologia Analitica / Complessa

Psicoterapia e Analisi del Mondo Interno

La psicoterapia dell’adulto è un percorso che si snoda lungo diverse fasi tra cui il dialogo interno con i propri disagi, sintomi e situazioni di apparente blocco; l'elaborazione emotiva del proprio mondo interno e relazionale e la maggior responsabilizzazione dei propri comportamenti. Con l’anziano la psicoterapia verte principalmente sull’elaborazione dei vissuti passati , sulla ricerca del senso presente, e sul rapporto con le caratteristiche specifiche di quest'età.

Psicoterapia di Gruppo

La psicoterapia di gruppo lavora sulla diretta esperienza di come le dinamiche interne si manifestano con l’Altro e di come la collettività influenza e l’individuo. Il gruppo utilizza tecniche come lo psicodramma e la drammatizzazione gestaltica, al fine di facilitare l’attivazione di processi di interazione e cambiamento.

Percorso di Consapevolezza Psicocorporea

Anche in assenza di un sintomo pervasivo o un disagio specico, in un’epoca eccessivamente estroversa e dove si assiste a un pullulare di offerte rispetto a percorsi di risveglio interiore e illuminazione, è frequente avvertire la necessità di cambiamento e un senso di insoddisfazione costante. Il percorso di consapevolezza psicocorporea ha l’obiettivo di avvicinare il soggetto al proprio mondo interno, che si manifesta in immagini, in sensazioni del corpo, nel ritmo del respiro, e nel ritrovare in sé, una guida. Le tecniche utilizzate (esercizi di consapevolezza corporea, respirazione e meditazione) in questo percorso hanno il solo scopo di facilitare la persona a trovare la propria Via per un dialogo profondo con il proprio mondo psichico ed emotivo.

Orientamento e Sostegno Psicologico (Counselling)

L’orientamento e il sostegno psicologico diviene utile risorsa in quei momenti in cui si avverte di aver perso fiducia verso le proprie scelte o in quei momenti in cui avvertiamo confusione rispetto alle proprie emozioni e rispetto al mondo esterno. Il counselling può essere anche una fase che precede la psicoterapia o una risorsa utile a distanza di tempo della conclusione della psicoterapia.

Skype

La psicoterapia a distanza è preferibile una volta avvenuta una tappa del percorso dal vivo, quando è già avvenuta una conoscenza vis a vis con l’espressione di tutte le difficoltà e le emozioni che si manifestano in una relazione concreta, ove a mettersi in relazione è anche la psiche incarnata, ove quell’inconscio che si manifesta nel corpo, si manifesta in tutta la sua potenza, quando sa che è in un contesto in cui può essere visto e accolto, seppure la coscienza possa far di tutto per controllarlo e metterlo a tacere. Lo schermo connette ma separa e questo può addirittura rivelarsi utile in certe fasi della terapia, ad esempio quando la dimensione non verbale è un contenitore regressivo che contrasta l’evoluzione di un indipendenza del pensiero e del sentimento. Ma quando invece ad essere regressivo è l’uso eccessivo di una funzione che pone distanza come appunto la razionalità del pensiero e del sentimento (intesa come funzione che dà giudizi di valore a oggetti interni od esterni) l’aspetto percettivo della relazione diventa essenziale. In un’epoca in cui l’evoluzione tecnologica è stata veloce, l’adattamento umano si è rivelato in parte assai buono. Capaci di affidarci al nostro simbolizzare ed astrarre, riusciamo a sentirci interamente connessi anche a distanza. Tuttavia nei casi in cui la distanza è una difesa psichica abituale, uno schermo può rallentare il processo della discesa nelle profondità dell’inconscio e della relazione. Sapere questo è utile al fine di strutturare il percorso terapeutico online tenendo conto di limiti e risorse diverse. Negare la realtà della forma preclude la possibilità di trascendere questi limiti e di renderli preziosi, e quindi è importante monitorare sempre gli effetti che lo schermo ha sulla relazione terapeutica. Talvolta Skype si rivela necessario: quando avvengono spostamenti in Italia o all’estero prima che il percorso terapeutico abbia avuto una sua armonica chiusura o quando si verifica una difficoltà a trovare una psicoterapia in lingua madre nel paese estero ospitante.

Psicoterapia Corporea

Il lavoro verte sul processo corporeo, che avviene ad un livello sia piu visibile, sia piu sottile, quale fenomeno che è linguaggio universale. Si utilizzano tecniche quali il respiro e la meditazione ma non attraverso pratiche nate e sviluppatesi tanto lontano da noi nel tempo e nello spazio (in filosofie il cui modello di pensiero è diversissimo dal quale siamo abituati, a meno che abbiamo un inclinazione naturale e non intellettuale verso tali “Vie”) ma avvicinandoci a ciò che ci è oscuro, spaventoso e disturbante, attraverso il nostro mondo psichico e le nostre sensazioni corporee. E' il tipo di lavoro principe per chi utilizza nella propria vita il pensiero come funzione della coscienza ottima per rapportarsi al mondo, ma che può diventare un ostacolo per dialogare con quello strato più inconscio e problematico di sè. Attraverso il contatto con il processo corporeo diviene possibile accedere ad immagini ed emozioni che colorano il nostro punto di vista, il nostro agire ed il nostro sentire, oltre che gli eventuali sintomi.